ONDA

Fantasioso pensiero che erra nel mare della vita, sottile poesia che si traduce in un simbolo ricorrente: la nave che va. Esili strutture in bilico tra figurazione ed astrazione, dove la forma si disperde in meditazione allo stato puro.

Il progetto per questa installazione risale a diversi anni orsono. La mostra di settembre 2009 presso il Quartiere Savena di Bologna mi ha dato la possibilità di realizzarla.
Il lavoro rappresenta una barchetta che cavala la sua onda in tutte le fasi di salita e discesa. Metafora della vita in tutte le sue parti, ci riconduce ad una ciclicità infinita e ridondante, dove la barca, simbolo dell'esperienza, non fa altro che prendersi il suo tempo, contemplare gli alti e bassi e farne tesoro.


Onda | 2009 | ferro, rame | mt. 20 


Onda | part. 


Onda | 2009 | ferro, rame | mt. 20